CHIAMACI: +39 039 963.04.52 - 039 963.04.06
CHIAMACI: +39 039 963.04.52 - 039 963.04.06
CHIAMACI: +39 039 963.04.52 - 039 963.04.06

#InspireMYcity flashmob: un successo insperato!

Lunedi’ sera, Milano con la pioggia, novembre.

Ammettiamolo: non sono certo i presupposti di una serata vincente per un flashmob che si propone di scrivere per terra con i gessetti colorati.

Anche io, ottimista tra gli ottimisti, pensavo che la partecipazione sarebbe stata nulla o, al massimo si sarebbero presentati i due/tre affezionati che ci seguono in ogni nostra folle impresa. Fortunatamente, mi son dovuto ricredere.

Già, perché in piazza Cadorna, alle 21.00, non eravamo soli, ma sono arrivate delle splendide persone. Certo, non era una folla, ma forse questo è stato ancora più significativo e coinvolgente per il tipo di azione che siamo andati a fare e ognuno dei presenti ha contato come 50, con questi presupposti.

Quindi via, distribuzione gessetti e si parte: nessuna raccomandazione, vediamo se il senso civico comunque prevale. Al momento non ci ho fatto caso, ma ripensandoci oggi vorrei condividere con tutti voi una riflessione che mi ha fatto sorridere di una gioia vera e sincera:

l’età media dei partecipanti di ieri era sicuramente under 30, ma per la maggior parte dei casi erano giovanissimi o under 20. Sono stati eccezionali nel loro comportamento, senza imbrattare muri o luoghi non consoni, hanno condiviso i gessi evitando sprechi, non hanno avuto bisogno dei nostri fogli con i suggerimenti – sapevano perfettamente cosa scrivere. Hanno scritto in italiano, in inglese, in arabo, hanno dato il gesso a un clochard che voleva partecipare con un messaggio di pace, han preso la pioggia al Castello e in Cairoli, sempre con il sorriso sulle labbra.

Io non credo che questi ragazzi abbiano partecipato perché per loro è più facile uscire la sera (molti di loro si erano fatti un bel tragitto con i mezzi per arrivare), non credo nemmeno l’abbiano fatto per la voglia di “andare contro il sistema” (una bomboletta su un muro sotto casa è più comoda e più ribelle), ma hanno partecipato perché davvero credevano in ciò che facevano.

Ieri sera, ho imparato una splendida lezione: loro in questo flashmob ci hanno creduto e l’hanno reso possibile perché credono in ciò che hanno scritto e credono che, anche con un semplice sorriso donato a chi distrattamente leggerà le loro frasi, si possa  costruire un mondo ed una società migliore.

Tutta la mia stima, 

Daniele – FMM

    Commenta con il social che preferisci!